> Come leggere uno pneumatico | Joe Gomme

Come leggere uno pneumatico Toggle

La fonte principale da dove gli utenti possono rilevare le misure equipaggiate dal proprio veicolo è il LIBRETTO DI CIRCOLAZIONE.
In esso, infatti, sono indicate le misure principali e quelle alternative omologate secondo le normative vigenti per il veicolo in questione.

Le caratteristiche fondamentali di un pneumatico, scritte usualmente con marcature di codici impressi a caldo nella parte laterale dello stesso, sono:• Le Dimensioni fisiche
• Le Caratteristiche prestazionali
• Le Caratteristiche costruttive

Nel dettaglio (si faccia riferimento alla figura in basso).
 
libretto_circolaizonepneumatico_tipo

 
1) LARGHEZZA
massima del pneumatico, in condizioni di pressione e carico definite dalle norme. Viene espressa in millimetri e, nel caso di pneumatici convenzionali da autovettura, la sezione varia da 125 mm (es. 125/80 R 12) fino a 335 mm (es. 335/30 R 19), incrementando di 10 mm in 10 mm.
Esistono però pneumatici speciali realizzati per determinati modelli di cerchione (ad esempio i pneumatici TD Dunlop) che possono avere misure in millimetri diverse dagli standard.
Tenendo conto delle tolleranza di fabbricazione dei diversi produttori (Bridgestone, Michelin, Pirelli, ecc.) e della larghezza del cerchione su cui andranno montati i pneumatici, è importante sottolineare che in alcuni casi su determinate autovetture sia possibile montare solo determinate marche di pneumatici o speciali combinazioni di cerchione e pneumatico, affinché sia assicurata la funzionalità con elevati standard di sicurezza in tutte le condizioni d’uso. Inoltre, anche la possibilità di montare catene da neve può essere limitata ad alcune marche o ad alcune larghezze di cerchioni.
Quindi in tutti i casi, si consiglia di far riferimento a quanto indicato nel libretto di circolazione e nel libretto di istruzioni.

2) RAPPORTO ALTEZZA/LARGHEZZA
Si riferisce al rapporto percentuale tra altezza e larghezza della sezione trasversale della gomma. Quindi, ad esempio serie 50 significa che l’altezza della gomma è la metà della larghezza della sezione. Più tale numero è basso, più la tenuta è migliore ma il comfort minore. Il pneumatico si definisce ribassato quando tale rapporto è inferiore a 60, super ribassato quando è inferiore a 45, se omesso è da considerarsi 80.

3) METODO DI PRODUZIONE
In linea generale, si possono elencare due distinte modalità di produzione di un pneumatico. Con la lettera “R”, corrispondente a “radiale”, si fa riferimento al metodo di costruzione oggi più diffuso (ovvero con fili d’acciaio disposti radialmente).
Fino agli anni ’60, erano utilizzati pneumatici con fili d’acciaio disposti diagonalmente. Montati ancora oggi solo su modelli speciali (per esempio autovetture d’epoca), sono marcati con “D” o “-“.
Attenzione: secondo quanto dispone il Codice della Strada, contemporaneamente possono essere montati solo pneumatici aventi lo stesso metodo di produzione.

4) DIAMETRO DEL CERCHIONE
Il diametro del cerchione è misurato diagonalmente, da bordo a bordo. La misura è indicata generalmente in pollici e varia, nel caso delle autovetture, da 12” a 20”.

5) INDICE DI CARICO
L’indice di carico indica la portata massima del pneumatico a corretta pressione di gonfiaggio. L´indicazione supplementare “rinforzato” , indica pneumatici con elevata capacità di carico (per piccoli van, minibus, furgoni, jeep…). Per legge si devono montare pneumatici con capacità pari o superiori a valori trascritti nella carta di circolazione
Nel dettaglio si ha:

IC
63
64
65
66
67
68
69
70
71
KG
272
280
290
300
307
315
325
335
345

 
 

IC
72
73
74
75
76
77
78
79
80
KG
355
365
375
387
400
412
425
437
450

 
 

IC
81
82
83
84
85
86
87
88
89
KG
462
475
487
500
515
530
545
560
580

 
 

IC
90
91
92
93
94
95
96
97
98
KG
600
615
630
650
670
690
710
730
750

 
 

IC
99
100
101
102
103
104
105
106
107
KG
775
800
825
850
875
900
925
950
975

 
 

IC
108
109
110
111
112
KG
1.000
1.030
1.060
1.090
1.120

6)INDICE DI VELOCITA’
Indica la massima velocità ammissibile espressa tramite una lettera. Per legge si devono montare pneumatici con capacità pari o superiori ai valori riportati sulla carta di circolazione.
Nel dettaglio, si ha:

Indice Velocità
M
N
P
Q
R
S
T
U
H
V
W
Y
ZR
Km/h
130
140
150
160
170
180
190
200
210
240
270
300
>240

 

7) MARCA
viene indicato il nome del produttore del pneumatico ( quindi ad esempio BRIDGESTONE, MICHELIN, GOODYEAR, DUNLOP, CONTINENTAL, PIRELLI, …)
8) MODELLO: viene indicato la specifica tipologia di pneumatico realizzato dalla casa produttrice (quindi ad esempio: PZERO ROSSO, P7, ecc per la PIRELLI; DURAGRIP, EXCELLENCE, ecc per la GOODYEAR; … )

9) DATA DI PRODUZIONE
Preceduta dalla sigla DOT , viene espresso attraverso 4 cifre, in cui le prime 2 indicano il numero di settime e le ultime 2 l’anno. Così ad esempio DOT 1208 indica un pneumatico prodotto la 12sima settimana dell’anno 2008 (ovvero dal 17 al 23 Marzo 2008).

10) M+S
Con tale sigla che significa Mud and Snow, ovvero in italiano fango e neve, si indicano i pneumatici che presentano una conformazione tale da poter essere impiegati nei periodi invernali.

Joe Gomme © 2014 - Viale Bacchiglione 4 – Milano – 20139
Tel. 0255211992 – Cell. 3392779353 – Fax 0256610510
Email joegomme@hotmail.com P.Iva 08553250963
overplace_website_175_20_bianco_azzurro